Quando si pensa alle prestazioni di un elettrodomestico, la prima reazione è quella di associare “velocità” alla “qualità”. E quindi applicando il ragionamento ad un estrattore di succo, più la rotazione è rapida più il succo dovrebbe risultare migliore, giusto? E invece no: Il Panasonic MJ-L500 è un estrattore di fascia media che sembra essere stato fatto apposta per scombinare i piani a tutti.

ATTENZIONE: In questa recensione parleremo indistintamente di Panasonic MJ-L500 e di Panasonic MJ-L500SXE in quanto sono lo stesso identico modello di elettrodomestico.

FASE I – PANORAMICA DEL PRODOTTO

panasonic-mj-l500sxe-2

Discreto, semplice, senza aggiunte particolari. A prima vista non cerca di attirare l’attenzione con un design fuori dalle righe, e in fondo a noi basta sapere che è costituito in acciaio inox per restare tranquilli circa la compattezza e la robustezza del prodotto (ovviamente chi vuole più info dettagliate non ha che da consultare la scheda tecnica e nella confezione!). Si tratta comunque di un estrattore dalle dimensioni nella media, sia in termini di dimensioni che di capienza, che nel caso del contenitore polpa arriva a 1,3l mentre per quanto riguarda il bicchiere da succo, si assesta sullo 0,93l.

Ma ecco che comincia la prima particolarità: si accende e… va lentamente. Sì, esatto. Funziona lentamente, e non supera i 45 giri al minuto! Per di più senza lame. Una scelta che inizialmente può lasciare perplessi, ma che ha una strategia impareggiabile. Con il suo sistema “slow juicer”, l’estrattore di succo Panasonic MJ-L500SXE non crea calore con la frizione, e questo aiuta a preservare un succo dalle proprietà nutritive più alte rispetto ai succhi standard. Un’idea che gioverà alla vostra salute!

E vi avevamo detto anche dell’accessorio “Frozen”? No, niente a che vedere con l’animazione Disney, ma di una componente da aggiungere che darà un tocco speciale ai nostri succhi… rendendoli sorbetti! Non si dovrà fare altro che aggiungere frutta o verdura congelata, e poi sarà la tecnologia Frozen a fare il resto. Beh, considerando queste premesse, sicuramente non vedete l’ora di sapere come si comporta “In action” perciò entriamo subito nel cuore della recensione.

Si comincia.

Consiglio Succoso #1 – Quando premete il pulsante “R”, se vedete che non entra in funzione, spingete fino in fondo. Molti pensavano si trattasse di un guasto, invece va semplicemente premuto con più forza! 

FASE II – TEST DELL’ESTRATTORE

L’estrattore Panasonic MJ-L500 ha un bel numero di parti da assemblare, ma la Panasonic stessa sa che c’è chi si ritrova con la scatola appena aperta per la prima volta e se anche voi rientrati tra i “novizi” del succo fatto in casa, non dovrete preoccuparvi. Si assembla davvero facilmente. Come al solito, prima di farvi prendere dal panico, fate un respiro e prendete il libretto delle istruzioni: è più semplice di quello che sembra se guardate attentamente!

Montata, accesa e “alimentata” con un po’ di frutta, bisogna dire che il primo prodotto finito è stato davvero soddisfacente. Il fatto di poter contare su una lentezza maggiore nell’estrazione del succo rende davvero il sapore diverso, e chi è abituato a bere regolarmente succhi fatti in casa noterà la differenza all’istante. Non dimenticatevi che seppur priva di lame e con rotazione rallentata, il motore è sempre da 150w e l’estrazione è comunque in acciaio. Una garanzia nel lavoro e nel risultato.

La curiosità ci ha poi spinto oltre. Abbiamo inserito il “Frozen” dentro il nostro Panasonic MJ-L500SXE e abbiamo tentato la via del sorbetto. Et voilà. Un po’ di frutta congelata e tagliata a piccoli pezzi ha reso possibile la trasformazione definitiva, e da un semplice estrattore di succo, abbiamo trovato la soluzione per creare sorbetti gustosi e dalla consistenza giusta.

“Sì, va bene ma poi come mettiamo tutto a posto?”
Semplice. Innanzitutto è fatta in modo da poter essere lavata comodamente in lavastoviglie, inoltre ha anche dei pratici tappi per evitare che si schizzi dappertutto, così il pavimento resta “incolume”!

Consiglio Succoso #2 – NON tentate di estrarre succhi mettendo frutta secca (nemmeno in sorbetto!)

FASE III – PROMOSSO O BOCCIATO

Panasonic MJ-L500(SXE)
  • Capacità di Estrazione
  • Manutenzione
  • Design
  • Assistenza

Riassunto

Estrattore qualità Panasonic!

4.9
User Rating: 3.2 (143 votes)
Sending
Pros: 
  • Prezzo Modico anche se di Marca
  • Succhi più nutrienti
  • Fa i sorbetti
Cons: 
  • SXE o non?
  • Tranquilli, è lo stesso estrattore

Il succo è più nutriente, fa i sorbetti, non sporca ed è davvero pratico. Come si fa a pensare di poter bocciare un estrattore di succo simile? Senza contare che a questo prezzo difficilmente trovereste un altro estrattore di fascia media così performante e di un brand affermato, fidatevi!
Il Panasonic MJ-L500 si rivela un ottimo acquisto, sia per chi vuole un estrattore di succo risparmiando sui costi ma non sulla performance, sia per chi muove il primo passo nel mondo degli estrattori e vuole iniziare  da un modello consigliato. Unico Fastidio che potreste avere? In rete si fa confusione tra il Panasonic MJ-L500SXE ed il Panasonic MJ-L500, niente paura è esattamente lo stesso elettrodomestico, ma con un nome diverso! A parte questo,  Promosso!

  • Potenza : 150W
  • Altezza : 43,2 cm
  • Larghezza : 17,6 cm
  • Profondità : 18,5 cm
  • Peso : 4 kg
  • Capacità : 1 l circa

  • Corpo motore
  • Filtro BPA
  • Coclea BPA
  • Coperchio
  • Ricettario
  • Istruzioni per l’Uso

  • Tecnologia Frozen
  • Sistema di Estrazione a Bassa Velocità
  • Tecnologia Anti-Goccia
  • Componenti Smontabili
  • Ricettario